Home > ACQUA ENERGIA E GAS > STANGATA 2018: aumenti di +939,74 Euro a famiglia.

Alla luce dell’annuncio odierno dei forti aumenti dell’energia elettrica e del gas nel primo trimestre 2018, l’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, ha aggiornato le previsioni relative alla stangata prevista nel 2018.

La stangata di prezzi e tariffe per il 2018, per una famiglia media, sarà pari a +939,74 Euro annui (rispetto ai 783,10 euro inizialmente previsti). In questo quadro giocano un ruolo fondamentale l’incremento delle quotazioni petrolifere (che spinge verso l’alto i costi di trasporti e prodotti per la casa), i forti rincari del gpl e dei costi energetici e soprattutto la grave siccità del periodo estivo, che provocherà notevoli rincari delle tariffe idriche.

Da segnalare anche l’impenna dei costi bancari e della tariffa dei rifiuti.

 

Come dimostrano i più recenti dati sulle condizioni delle famiglie, gran parte di esse non dispongono delle risorse economiche sufficienti a sostenere aumenti di questa portata: è quindi urgente e necessario che il Governo controlli e contrasti ogni aumento ingiustificato e che intervenga concretamente e tempestivamente per il rilanciare l’occupazione e per rimettere in moto l’intero sistema economico.

 

 

AGGIORNAMENTO PREVISIONI AUMENTI 2018 EURO ANNUI AUMENTO IN %
ALIMENTAZIONE 163,7 1,70%
ASSICURAZIONI AUTO 18,2 1,30%
COSTI BANCARI 27,6 2,50%
TARIFFE AUTOSTRADALI 40,2 3,20%
TRASPORTI 191 2,90%
TARI 34 3%
TARIFFE LUCE E GAS 93,84 5,15%
TARIFFA ACQUA 24,2 5%
TARIFFE PROFESSIONALI-ARTIGIANI 134 3%
TARIFFE POSTALI 14,4 2,80%
PRODOTTI PER LA CASA 60,1 1,90%
SCUOLA (MENSE E LIBRI) 96,8 0,80%
TICKET SANITARI 41,7 1,70%
TOTALE 939,74

 

You may also like
TLC: L’Antitrust, intervenuta su nostra segnalazione, adotta una sospensione cautelare degli aumenti, impone agli operatori di definire autonomamente la propria offerta di servizi.
Bonus Luce e Gas 2018 : tutto quello che c’è da sapere.
Bollette: Fatta la legge… trovato l’aumento. Federconsumatori pronta ad opporsi a questi inaccettabili comportamenti.
TARI: in relazione all’applicazione delle quote variabili sulle pertinenze Federconsumatori chiede un incontro urgente all’Anci e mette a disposizione dei cittadini i moduli per la richiesta di rimborso.

Leave a Reply